Counseling e coaching

Counseling e coaching non sono sinonimi, ma esiste una certa confusione fra le attività designate dalle due etichette. Il termine “counseling” deriva dal latino “cum solere” e significa “sollevare insieme”; “coach” in inglese significa “allenatore”: due dimensioni la cui differenza emerge già a partire dall’etimologia.

IL COUNSELING È UNA RELAZIONE D’AIUTO a beneficio di una persona in un momento di difficoltà, che mira a facilitarla nell’individuare la via d’uscita da una situazione problematica con l’impiego delle sue stesse risorse. Il risultato è che il cliente ritrova la chiave del proprio benessere, con il guadagno di una più estesa consapevolezza di sé, un senso della propria identità rafforzato e un maggior potere personale (empowerment).

IL COACHING È UN METODO DI FORMAZIONE E DI SVILUPPO DELLE POTENZIALITÀ DELL’INDIVIDUO, finalizzato al miglioramento delle performance e al raggiungimento di obiettivi specifici, individuati dal cliente attraverso un percorso di esplorazione delle proprie motivazioni e dei propri desideri. Il coaching non è finalizzato al trattamento di un disagio. Facilitare il coachee nell’esplorazione della propria interiorità, tuttavia, è un passaggio fondamentale del percorso di coaching che richiede abilità di counseling.