Il senso della vita in una vocale

L’infanzia può lasciare una triste eredità di costrutti disfunzionali, convinzioni così radicate da sembrare connaturate in noi stessi e che a volte non basta una vita per smentire: “I miei bisogni non saranno soddisfatti”, “Sarà sempre come vogliono gli altri, mai a modo mio”, “Non ci si può fidare della gente”, “Non sono abbastanza bravo per riuscire in qualcosa”, “Devo essere perfetto”, “Le regole non sono fatte per me”.

Siccome non possiamo – almeno fino a quando lo facciamo – metterli in discussione, siamo disposti a distorcere anche le nostre percezioni o ad agire in modo da confermarli: chi si sente escluso resterà sempre ai margini dell’azione, chi si crede un fallito si sentirà un impostore quando raccoglierà un successo, o lo attribuirà al caso o a un errore. E così via in un accumulo esponenziale di sofferenze e frustrazioni finché non decidiamo di vedere le carte del nostro inconsapevole “sabotatore” interno.

Di tutti i costrutti il più pericoloso e doloroso mi sembra la certezza di non essere amabili, perché mina il nostro diritto di cittadinanza nel mondo, la legittimità del nostro esserci. Quando ogni cellula del nostro corpo sembra dirci che siamo inadeguati a essere amati, è difficile persuaderci del contrario. Ma se ci riusciamo può accadere l’impensabile.

Se scopriamo di essere amabili e addirittura amati, il bisogno di amore con cui veniamo al mondo può evolvere nella sua forma matura: il bisogno di amare. È il passaggio più importante della nostra esperienza umana, una metamorfosi radicale che stravolge la matrice dei significati della nostra vita, di ogni azione, di ogni attività: il lavoro, le relazioni, la sessualità.

I cambiamenti osservabili indotti da questo passaggio possono risultare poco evidenti a uno sguardo superficiale, ma anche avere la portata e la forma delle rivoluzioni. Perché quando questo processo si compie potremmo non essere più disposti a fare niente se non per amore, e scoprire che nel fare le cose con amore e per amore si nascondono il piacere e il senso di vivere.

Nasciamo con il bisogno di amore e moriamo con il bisogno di amare. In una vocale, il senso di tutta la vita.

RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.albertovaccaro.it/amare-amore-vita-significato/
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *